8 commenti

Figli del sogno sbagliato!

Con questa affermazione concludevo un mio commento su un blog che ultimamente seguo con molta attenzione  “lamagadioz”.

Mi piace perchè l’autrice, attraversa le mie stesse fasi post australiane e leggerla suscita in me spunti sempre nuovi di riflessione. Penso che la cosa sia reciproca visto che anche Lei ha deciso di intitolare il suo ultimo post così.

In questi giorni mi domando spesso dove risieda l’origine dell’inganno al quale la nostra generazione sembra stia abboccato. Tutto ciò che accade attorno a noi non avviene a caso. Io penso sia piuttosto frutto di anni e anni di studi di molte persone che hanno come intento quello di scovare i nostri punti deboli per fare in modo di tenerci stretti alla loro morsa, quella della paura, dell’inadeguatezza, quella che ci fa sentire bene ma allo stesso tempo male, perchè abbiamo tutto ma siamo degli eterni incompleti, e per completarci abbiamo bisogno di qualcosa. Si ma cosa?

Non passa giorno in cui uscendo da casa non mi imbatta in volantini pubblicitari nella  cassetta delle lettere (che ahimè tolto il romanticismo delle stesse, è rimasta solamente la cassetta delle raccomandate e delle bollette!). Euronics, Mediaworld, Auchan, Iper, Lidl, Ikea, Mondo convenienza, e chi più ne ha più ne metta! Cioè, io scendo allegramente dalle scale di casa che non mi manca niente… pancia piena,un bacio a mia moglie, sorriso sulle labbra … e mi trovo sti volantini! Li raccolgo, li sfoglio distrattamente mentre attraverso la strada per raggiungere la bicicletta o la macchina, monto sul mio mezzo di locomozione e già le cose cambiano! Ca..o però! Quel portatile sottocosto a sole 399 invece che 600 sembra proprio un affare… mi ci potrei aprire i programmi in un nanosecondo in meno rispetto ad ora… sai quanto tempo risparmierei a fine giornata? Si che lo so! Vediamo… facciamo 2 calcoli.. lavoro per 50 euro netti al giorno, me ne servono 20 di questi per sopravvivere, me ne rimangono 30, che per 10 gg fa 300 ah ecco… in 15 gg di rinunce mi salta fuori un pc nuovo che mi farà risparmiare 3 secondi di tempo al giorno! Ma intanto la macchina del subconscio è già stata messa in moto! Passa un oretta. Prendo in mano il cellulare…oh, un messaggio, chissà chi è: Marcopolo expert… non perdere l’occasione, televisore samsung 42 pollici a soli 499 euro, e se aggiungi un euro ti porti a casa anche un tablet (che non te ne farai mai niente però ultimamente fa figo)! Cavoli.. il tablet proprio mi manca però… tipo se devo fare un viaggio in treno è l’ideale per tenermi compagnia…. e quando aspetto dal dottore? Ecco ho già un principio di mal di gola… se avessi il tablet correre subito da lui a fare la fila mentre guardo un film! Aspetta aspetta … mi stanno chiamando… ma chi è sto numero privato? Rispondo o no? Si dai, magari è qualcuno che conosco che sta male! – Signor Andrea? Si? Siamo della Vodafone… perchè non torna con noi? Per Lei una promozione unica… un I phone in comodato d’uso GRATUITO se torna con noi entro la mezzanotte di stasera, deve solo pagare una quota fissa mensile per due anni e in caso di rescissione le togliamo un rene… un vero affarone!.. Insomma… ultimamente sono bombardato da questi imput! Solitamente sono una persona forte… so di cosa ho bisogno e non cedo a tentazioni… sta di fatto che la settimana scorsa, non contento del mio pc fisso da casa che è una bomba, un netbook samsung che fa ancora il suo sporco lavoro, il netbook di mia moglie e il mio telefonino che va in internet, mi sono ritrovato tra le mani un macbook! Mi è bastato cedere un attimo… è si ma il macbook è il macbook… la mela c’ha stile! … insomma… mi sono autoconvinto che un portatile serio era necessario per la mia vita e… visto che c’ero… mi sono tolto lo sfizio di provare un mac! Quello che mi sembra di intuire è che questa societò sia improntata sul consumismo più sfrenato, attivo e passivo… siamo bombardati per 24 ore al giorno… non c’è un attimo di tregua!

Qualche volta mi capita di passare davanti ai giardini dove in gioventù ho costruito il mio carattere… gioie, dolori, frustrazioni, umiliazioni… insomma in quelle panche dove ad ogni ora del giorno e della notte eri sicuro di trovare sempre qualcuno… ora c’è il deserto! Ma non solo nelle mie… anche in quelle delle compagnie amiche e rivali… in generale mi pare di vedere che si siano svuotati tutti i giardini! Ma le compagnie di 30 40 persone in motorino sempre in 2 come cantava Pezzali, dove sono finite? Probabilmente su facebook! O su Youtube… Magari giocano a PES come Giuliano Palma e i Club Dogo… ma neanche più uno affianco all’altro… ognuno a casa sua… oggi si gioca in rete!!! Vuoi mettere la comodita del dopo partita? Essere già nel proprio letto?! Ecco, forse l’inganno della nostra nuova società sta proprio qui… non è più solo il benessere, quello era il sogno sbagliato dei nostri genitori… ora i benpensanti si sono evoluti, il nostro è ben peggiore e subdolo.. Il messaggio da recepire in questa società moderna è… La comodità! Perchè uscire e condividere… da soli è meglio… tutto ciò che facevi prima in condivisione ora lo puoi fare in solitudine… perchè andare allo stadio o al bar a vedere la partita? Ora te la puoi guardare su premium e poi la commenti nella nostra chat! Da oggi sei finalmente il protagonista assoluto del tuo tempo! Poco importa se poi da solo non ci sai stare e hai bisogno di comprare qualcosa per fartela passare… che sia un condizionatore, un dolby prologic, un blu ray, una tv 3D, che importa… sei padrone assoluto del tuo tempo! Vabbè poi c’è qualche piccola controindicazione… uscendo di casa non ti sai relazionare agli altri come dovresti, ti senti inadatto, aumentano lo stress e le malattie immaginarie… e allora? Comprati qualcosa di nuovo e vedrai che ti passa….  almeno per un pò!

Allora io dico.. basta… restiamo uniti, restiamo umani…. condividiamo per davvero invece che su facebook… facciamo le cose per il gusto di farle e non per la possibilità di essere taggati e rivedersi il giorno dopo. Ridiamo, scherziamo, litighiamo… ma facciamolo insieme, non al telefono o tramite una chat. Basta con sti monopoli risiko e poker on line…. torniamo uniti!

Tutto questo terrorismo psicologico che ci arriva dalla tv e dai mezzi di informazione in generale… dove si vuol far passare che non ci si deve più fidare di nessuno, che i figli è meglio tenerli in casa che fuori è un brutto mondo… (e visto che ci sono gli riempiono la testa con messaggi subliminali alla tv!). Ma non sarà tutta una manovra? Sono nati tutti con noi i delinquenti? Perchè devo essere terrorizzato al sol pensiero di far uscire mio figlio? Perche devo aver paura a  farlo vivere in simbiosi con la gente?

Beh, comunque sia adesso però Vi saluto…. ho finito di scaricare l’aggiornamento a mountain lion e devo provare tutte le funzioni del mio nuovo macbook!!!

Annunci

8 commenti su “Figli del sogno sbagliato!

  1. dai dai che adesso col Mac sarai piu’ produttivo e potrai lavorare di meno 🙂

  2. Grande Andrea, bellissimo post, come sempre!

  3. curioso che mi sono imbattuto nel tuo post due minuti dopo aver smadonnato perchè il tablet che volevo comprare su internet non posso comprarlo più, perchè paypal non mi permette farmelo spedire fuori dal mio paese di residenza.
    Alla fine chissenefrega del tablet, come dici tu.
    Mi spiace che ti sei fatto fregare col macbook, ma d’altronde pensalo come la tassa da pagare per essere adormista

    • Ciao Cloudio, si in effetti in molti cominciamo a pensare che ormai per Luca Adormo sia solo una copertura. In realtà penso lui lavori per Apple e sia venuto per convertirci alla mela… da quando è nato adormo non si contano più i manager che sono passati da Pc a Mac!!! E poi stranamente ogni volta che accade un passaggio di questo tipo…. Luca vince un viaggio in barca offerto da suo cugino che lavora alla mela!! Sarà una coincidenza .. mah!

  4. > curioso che mi sono imbattuto nel tuo post

    trovato in google? Forse sei vittima delle bubble: http://dontbubble.us/

    > Luca vince un viaggio in barca offerto da suo cugino che lavora alla mela!!

    certo, sono i benefit degli evangelizzatori

    P.S.
    non e’ mio cugino 🙂

  5. >>> E poi stranamente ogni volta che accade un passaggio di questo tipo…. Luca vince un viaggio in barca …

    Ahahaha, verissimo!

  6. è giusto che voi macuser sappiate la verita che tripluca tripcentre vi ha sempre nascosto http://www.vagabondjourney.com/mac-users-pay-more-money-to-travel/

    ps x er barcarolo: non ho trovato questo post in google e quindi non sono vittima di bubble, tra gli adormisti c’è una talpa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Raccontando.... dal Giappone!

pensieri, sensazioni, emozioni...

Just Read The World

Il Travel Blog per lasciarsi sorprendere dal Mondo

quattropersone

Legame di sangue significa famiglia?

Memoria digitale

Tendenze e problemi in archivi e biblioteche (e tutto ciò che vi ruota attorno)

♥ melodiestonate ♥

Un blog da leggere... .Per chi ha tempo da perdere...♥

Greeneyed Geisha

...altro che kimono e fiori di ciliegio!!

Quaderno Mitico...

Appunti spesso privi di concordanza dei tempi e di coesione linguistica sui rapporti interpersonali in una realtà quotidiana a volte bizzarra altre banale...

Parole a passo d'uomo

Poesie e riflessioni sugli uomini del mio spazio e del mio tempo | di Cristiano Camaur

proficiscorestvivo

A blog about travel and food - If you don't know where you're going, any road will take you there.

Susanna tutta panna hates cheese

Teaching to the world the good mood since 1988.

CAPITOLO 11 [tra il 10 e il 12]

"scrivere è cercare la calma, e qualche volta trovarla. E' tornare a casa. Lo stesso che leggere. Chi scrive e legge realmente, cioè solo per sé, rientra a casa; sta bene." Anna Maria Ortese

BUROGU: Occhi sull`Impero

Riflessioni semiserie di italiani che, per forza o per passione, vivono in Giappone

La Maga di Oz

Un'ex expat che prova a rifarsi una vita in Italia!

On the Widepeak

Le mie cellule impazzite, la mia vita e il mondo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: