3 commenti

Time Out

Mamma mia quanto tempo che non aggiorno sto blog!!!

 

In quest’ultimo periodo mi sono lasciato trasportare un po’ troppo dalla filosofia del take it easy e non avendo nulla di imposto da fare mi ritrovo spesso a non avere il tempo di far nulla! Insomma, quest’ultimo mese per me è volato in maniera impressionante, anzi a dire il vero se penso che è quattro mesi che sono qui ancora non ci credo. Ormai è un po’ che staziono a Byron bay, ho preso i miei ritmi, le mie abitudini, ho le mie conoscenze e quindi per assurdo….se da un lato mi sembra di essere appena arrivato, dall’altro mi pare di aver sempre vissuto qui! L’altra sera per esempio, è una cosa molto stupida che molto probabilmente nessuno potrà capire ma che a me ha fatto pensare molto… tornavo da una festa  ed ero ubriaco, non per me sia chiaro, ma per la legge sicuramente si, e guidavo teso in cerca di strade secondarie per paura di trovare qualche controllo che qui sono frequentissimi, e poi… non appena passato il tratto pericoloso ricordo di essermi rilassato tutto d’un colpo e ho incominciato a guidare a memoria pensando… oh, finalmente sulla strada di casa… (che poi è un parcheggio in un parco naturale!!).

Detta così non fa pensare affatto ma…. cavoli… non è poi così normale… sono solo 4 mesi che sono partito allo sbaraglio, ho girato anche un pochino, praticamente 2 stati, da Sydney a Noosa dal New South Wales al Queensland e … ora … che sono a BB da un po’ mi sento dire da me stesso…. finalmente la strada di casa!!! In Australia??? La strada di casa qui? Eh si perché la sensazione è la stessa di quando percorrevo le ultime curve di casa mia a Verona… quelle che per dire una cazzata tutti le fanno ai 40 all’ora ma io le posso fare ai 60 perché le conosco meglio degli altri, sono le MIE curve… ogni singolo cm è stato da me percorso migliaia di volte, ci ho giocato, mangiato, pianto, insomma sono cresciuto su quei tratti d’asfalto e….. cavoli, senza rendermene conto mi sono “creato” una vita, una routine, le mie “certezze” anche qui!!! E non me ne sono mai accorto prima!!

Ora se mai avessi fretta (ma fretta di far che poi!!) non potrei nemmeno percorrere johnson street senza che una decina di persone almeno mi fermino a parlare un po’ con loro perché mi conoscono… e ho perso più tempo al woolworths (supermarket) penso che in qualsiasi altro posto d’australia… ogni volta che ci entro è come andare  al bar!!!

Praticamente ora le mie giornate consistono nel… svegliarsi presto la mattina e corsetta in riva all’oceano o surf in caso ci siano onde adatte a me. Ecco, questa diciamo è l’unica parte standard della mia giornata, poi incomincia il …. quel che viene si vedrà! Vado in centro, parcheggio la macchina a scuola, se trovo qualcuno mi fermo a chiacchierare li, sennò mi faccio appunto la via principale a piedi… poi supermarket, insomma…. da qui in poi la mia giornata cambia in virtù delle persone che incontro…. Se incontro il gruppetto di italiani scatta la pasta a casa di Mattia con conseguente torneo di ping pong, se incontro gli svizzeri mi metto le mani nei capelli perché sarà una giornata “very expensive” (ma quanti soldi hanno sti svizzeri!!) e probabilmente finirà al pub… se conosco gente nuova si va a chiacchierare in main beach… ah… perché mi sono scordato di scrivere che in questo mese praticamente se ne sono andati via tutti i miei “compari” e quindi sto variando anche il modo di passare le mie giornate… ma il cambiamento e gli addii sono parte integrante del viaggio seppur sempre un boccone difficile da digerire e quindi va bene così.. è merito di queste sofferenze probabilmente se si diventa migliori… la capacità di adattamento ai cambiamenti è la base della teoria evolutiva e quindi….. anche io mi sto evolvendo!!!

In questi mesi ho passato serate interessantissime in compagnia di persone di nazionalità di cui diffidavo, come israeliani e ragazzi del sud arabia, scoprendo che con loro è possibile anche non parlare di religione e guerra bensì passare una nottata intera a giocare a qua qua del la hola (tra l’altro ho pure vinto io!!) che altri non è che uno stupidissimo gioco che si fa con le mani che abbiamo anche noi (a Verona il ritornello fa un po’ così …. E la elsa qua qua qua, la galina spenacià che fa bim bum bam!!)… e qui allora  penso che il mondo è proprio piccolo e che i ragazzi hanno tutti voglia e diritto di divertirsi e che parole come guerra, religione, politica, sono davvero più grandi di noi e andrebbero lasciate solamente a chi usa questi strumenti, perché per me altro non sono, per arricchirsi, non permettendo a noi piccole e ingenue pedine di scannarci od odiarci per ideali…… ALTRUI!!!! Tra l’altro sono pure fortissimi a calcio, c’era un ciccione sud arabiano o come cavolo si dice che era fortissimo, nonostante la sua mole scattava e scartava tutti che sembrava Maradona!!!

Quindi… rileggendo quanto scritto mi vien da dire… non è vero che non sto facendo niente tutto il giorno da quattro mesi a questa parte, sto semplicemente…. IMPARANDO.

 

A presto
Annunci

3 commenti su “Time Out

  1. Hai fatto la panza fetente!ma poi sei sparito….ma come si fa?

  2. Buona pasqua e…….. impara!

  3. Ciao Sole…stai imparando ed alla grande anche!!! Guarda che poi dovrai darmi repitizioni!!!!Buona Pasqua…la serenità non te la auguro perchè tanto ne hai da vendere e la dai anche agli altri!BaciNebbia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Raccontando.... dal Giappone!

pensieri, sensazioni, emozioni...

Just Read The World

Il Travel Blog per lasciarsi sorprendere dal Mondo

quattropersone

Legame di sangue significa famiglia?

Memoria digitale

Tendenze e problemi in archivi e biblioteche (e tutto ciò che vi ruota attorno)

♥ melodiestonate ♥

Un blog da leggere... .Per chi ha tempo da perdere...♥

Greeneyed Geisha

...altro che kimono e fiori di ciliegio!!

Quaderno Mitico...

Appunti spesso privi di concordanza dei tempi e di coesione linguistica sui rapporti interpersonali in una realtà quotidiana a volte bizzarra altre banale...

Parole a passo d'uomo

Poesie e riflessioni sugli uomini del mio spazio e del mio tempo | di Cristiano Camaur

proficiscorestvivo

A blog about travel and food - If you don't know where you're going, any road will take you there.

Susanna tutta panna hates cheese

Teaching to the world the good mood since 1988.

CAPITOLO 11 [tra il 10 e il 12]

"scrivere è cercare la calma, e qualche volta trovarla. E' tornare a casa. Lo stesso che leggere. Chi scrive e legge realmente, cioè solo per sé, rientra a casa; sta bene." Anna Maria Ortese

BUROGU: Occhi sull`Impero

Riflessioni semiserie di italiani che, per forza o per passione, vivono in Giappone

La Maga di Oz

Un'ex expat che prova a rifarsi una vita in Italia!

On the Widepeak

Le mie cellule impazzite, la mia vita e il mondo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: