12 commenti

ATTENZIONE – SCALO DUBAI

 

Premettendo il fatto che ogni cosa che leggerete in questo “pezzo” di blog andrebbe verificata ed esaminata con attenzione voglio comunque rendere pubblico quanto finora da me ascoltato in questi giorni da persone informate sui fatti.

 

Una cosa che in questi giorni tiene banco fra “la combriccola degli italiani” qui a byron è il fattaccio accaduto a Stefano, un ragazzo genovese tenuto prigioniero a Dubai con l’accusa di possesso illegale di stupefacenti. Il ragazzo è stato condannato a 4 anni di reclusione e nulla hanno potuto i familiari e l’avvocato arabo contattato sul posto (il quale ha richiesto e percepito la prima parcella di 10.000 € in contanti per esaminare il caso) ne l’ambasciata italiana per evitare il peggio.

Il ragazzo si dice sia stato trovato in possesso di uno spinello nello zaino. In questi giorni è sceso a trovarci direttamente da Brisbane “giuse”, il ragazzo genovese che era con lui al momento dell’arresto. Mentre gli altri del gruppo surfavano a broken head io e giuse siamo finiti sull’argomento e avendo in quel momento scoperto che era lui il suo compagno di viaggio chiesi di raccontarmi per filo e per segno la storia. Giuse mi racconta ancora incredulo (è passato un mese) che il viaggio era cominciato alla grande, erano partiti gasatissimi da milano… su un aereo della emirates che sarebbe dovuto arrivare per tutti e due a Brisbane con scalo a dubai. Qualche birretta sull’aereo, la conoscenza di due bellissime hostess che avrebbero dovuto tener loro compagnia nelle 8 ore di permanenza in quel di dubai.. e poi …. E poi… scesi dall’aereo, passati i primi controlli, i due si apprestano ad uscire saltando dall’aereoporto per la felicità di aver conosciuto 2 hostess bellissime ma proprio in quel momento, forse avendo attirato l’attenzione per questo eccesso di entusiasmo, davanti a loro una porta scorrevole a specchio si apre ed esce un agente in divisa, il quale con aria decisa punta il dito a Stefano e lo invita a consegnargli il passaporto, di riflesso fa la stessa cosa giuse al quale però viene detto che a lui non è stato chiesto nulla e viene invitato ad andarsene. Giuse non ne vuole sapere di lasciare il suo amico solo e decide di rimanere. Portano in uno stanzino isolato luca, lo spogliano, gli infilano un dito nel culo, nulla.. poi nel portafogli gli trovano 3 semini di mariuana  e da li inizia il suo calvario. In se 2 semini non rappresentano nulla, non contengono principio attivo pertanto il ragazzo non sarebbe perseguibile per legge. Spunta uno spinello dal suo zaino, spinello che il ragazzo giura non aver mai e poi mai visto prima…. Ne seguono le analisi del sangue e la frittata è fatta. Come penso la maggior parte dei ragazzi al mondo Stefano risulta positivo alla cannabis e viene sbattuto in cella… 4 anni… condanna standard. In seguito anche a giuse viene riservato lo stesso trattamento con tanto di dito nel culo ma decidono di lasciarlo libero… giuse non sa che fare… sono le 4 del mattino, non sa nulla del suo amico, non vogliono dargli sue notizie… avverte quindi i familiari del ragazzo dalla prima cabina dell’aereoporto, da li chiama anche l’ambasciata italiana la quale gli chiede perplessa cosa ci facesse lui ancora li in aeroporto dopo quanto successo e lo invita ad andarsene subito di li. Giuse accetta il consiglio e ora si trova qui, con noi.. in questo posto da favola, dove ha già trovato 2 lavori a brisbane, un appartamento e a breve grazie ai soldi fatti potra stabilirsi permanentemente a byron con il resto della sua compagnia per surfare, magari con la tavola di luca che è qui, nel furgone.. ad aspettare il padrone che invece si trova in carcere senza ancora sapere come possa essere possibile tutto ciò.

 

Questa storia così raccontatami già da sola fa venire i brividi… sembra di rivivere un film già visto… fuga di mezzanotte… (anche se il ragazzo ha fatto sapere alla famiglia che in carcere è trattato bene e non è mai stato picchiato, solo è in stanza da solo, non ha nulla con se e non sa come far passare il tempo)…se non fosse che ci sono dei particolari peggiori da aggiungere…

Lo stesso giorno, nello stesso aeroporto, altri 4 italiani sono stati fermati per lo stesso motivo, e chissà quanti ancora nei giorni precedenti o in paesi limitrofi… Stefano parlando al telefono con la famiglia ha detto che ha incontrato in carcere un altro italiano finito dentro per lo stesso motivo ben 9 mesi fa… e spera in una grazia per poter uscire per la fine dell’anno! Dice che la condanna è per tutti 4 anni ma difficilmente gli italiani si fanno più di 1 anno. Dice anche che molti di loro negano di aver avuto sostanze stupefacenti con loro… ma di essere risultati in un secondo momento positivi al thc (mariuana). Dicono che sia iniziato tutto ciò da quelle famose vignette satiriche fatte girare  qualche tempo indietro e poi riproposte in italia dall’Onorevole Calderoni… Voci, supposizioni, però..

 

TUTTO CIO’ A MIO PARERE E’ SCANDALOSO. PERCHE’ IN ITALIA NON SI VIENE A SAPERE UNA COSA DEL GENERE? PERCHE’ GIORNALI E TELEVISIONI NON INFORMANO IL CITTADINO? COME MAI QUALCHE ANNO FA SI FECE COSI TANTO SCALPORE PER UN ITALIANO IN GALERA IN JAMAICA FERMATO PER LO STESSO MOTIVO E ORA NULLA? E LE AGENZIE DI VIAGGI? PERCHE’ NON METTONO AL CORRENTE I PROPRI CLIENTI DEL RISCHIO CHE CORRONO FACENDOLI ATTERRARE IN DETERMINATI PAESI?

 

Ora ribadisco, non ho le prove di tutto ciò che affermo, l’ho solo sentito dire, ho visto solo facce di persone incredule aspettare un loro amico che non arriva, ho visto solo una tavola da surf ancora imballata perché il padrone non c’è…. Ma siccome questa storia.. le loro facce, i loro racconti… mi hanno sconvolto parecchio.. siccome al posto di Stefano potrei esserci benissimo stato io, se avessi trovato quel volo a meno soldi del mio (che poi tra l’altro si è rivelato tale 1030 euro!!) .. mi sento di divulgare questa notizia a quante più persone possibili… senza esprimere giudizi, ma solo dicendo che nel dubbio…. Io da li non ci passo!!!!!!!

 Alla prossima, sicuramente con articoli più divertenti!!!!

Annunci

12 commenti su “ATTENZIONE – SCALO DUBAI

  1. io stavo con stefano in carcere a dubai quindi confermo tutto cio\’ che e\’ scritto,  mi chiamo ludo se qualcuno fosse interessato alla storia di noi ragazzi detenuti a dubai nel 2008 sto\’ scrivendo un blog su eikermann@splinder.com la devono finire di fare i fatti loro  IN  italia! e poi quando gli italiani stanno all\’estero sanno solo dire mafiosi!!! a chi??? a noi??? e voi ?? che non avete leggi adeguate!
    ad un pedofilo gli danno 6 mesi e per 0.03 i ashish  4 anni??? e gli avvocati costano mila euro e poi te li fregano!!! FATEVI CURARE CARI PAESI ARABI…. COL PETROLIO PERO\’!!!

  2. Hai avuto più notizie di Stefano?

  3. mio fratello ha avuto lo stesso guaio e siamo nella più totale incertezza, se dovessi avere notizie o informazioni che potrebbero essermi utili avvisami al più presto. grazie

  4. Se il fratello di stefano si chiama luca , confermo questa storia!! Se no , anche il fratello di un mio amico ha vissuto la stessa identica situazione.Non passate da dubai!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  5. si è tutto vero sono ilfratello di ste quel posto è uno scandalo è tutto un business di soldi nn passateci mio frarello quella canna nn ce l\’aveva edè stato 1 anno dentro…una vergogna

  6. Tutto vero! io non discuto le loro regole di merda. cazzi loro. 50 anni fa erano dei cammellari, tra 50 anni torneranno ad esserlo!Pero\’ cazzo mi sembra il caso di informare la gente prima di applicare regole cosi\’ restrittive!

  7. Sono stati degli infami e sempre lo resteranno. Se si fa scalo a Dubai NON e dico NON uscite dall\’area interna dell\’areoporto. Sono li ad aspettarti con quei cazzo di lenzuoli bianchi addosso e quella cazzo di aureola nera in testa. Poteva benissimo succedere a me come a Ste.. eravamo uno di fianco all\’altro. ARABI DI MERDA !!!

  8. Ragazzi, informata da un amico che è già stato in Australia, su questi controlli, ho cercato info su questo argomento nel web e ho trovato il vostro articolo.
    Sono sconvolta e vi ringrazio per diramare queste info sulla rete, io ho già un biglietto con Emirates, scalo a Dubai, non posso cambiarlo( se solo l’avessi saputo prima)consigli? basta che non esco dalla parte interna dell’aeroporto?? dove mi possono fermare?, io scesa dal volo mi chiudo in bagno per 2 ore.. e poi mi prendo l’altro volo. Mi sto un po’ cagando addosso.
    Al rientro ho addirittura preso un giorno di scalo per vedermi Dubai… ma vaffanculo.

  9. Non si viene a sapere perchè il tuo amico che si lamenta ‘che gli arabi gli hanno infilato una canna nel culo’ era sballato come una capra , si portava i semini per farsi la pianticella nel minivan a byron bay e la canna era proprio la sua… o il signorino pretendeva la prova del dna sulla saliva presente sulla cartina?

  10. Giusto per dover di cronaca sono da poco tornato dal Giappone con volo emirates e scalo a Dubai. La compagnia aerea per quel che ho avuto modo di vedere io è consigliatissima e la ritengo uno standard medio alto rispetto a quelle prese in passato per lunghe tratte. Anche all’aeroporto di Dubai sono stato benissimo, gli ufficiali appositi erano gentilissimi e non ho subito nessun tipo di perquisizione violenza o quant’altro. Trattandosi di transfer però non sono uscito dall’aeroporto ma sono rimasto all’interno della zona destinata agli attendenti. Pertanto nonostante possa sembrare controcorrente rispetto a quanto riportato nel post qua sopra io personalmente mi sento di consigliare compagnia aerea e scalo.

  11. Ho uno scalo di 9 ore..quindi non bisogna uscire dall’aereporto??ma come sono questi sbirri?in divisa?militari?borghese?cammellari?…Vi auguro tanta fortuna raga..non siamo visti bene in giro e se possono fotterci lo fanno…

    • Guarda… come ho scritto qui sopra… io ho fatto scalo l’anno scorso a Dubai con la Emirates e non mi è accaduto nulla nonostante porti orecchini, capelli e barba lunga! Insomma a vedermi in giro sono un bel marcaggio come si dice a Verona!
      In passato qualche spinello l’ho pure fumato e… ecco se fossi ancora un fumatore e avessi tracce di thc nel sangue non me la rischierei…. altrimenti penso non correrai problemi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Raccontando.... dal Giappone!

pensieri, sensazioni, emozioni...

Just Read The World

Il Travel Blog per lasciarsi sorprendere dal Mondo

quattropersone

Legame di sangue significa famiglia?

Memoria digitale

Tendenze e problemi in archivi e biblioteche (e tutto ciò che vi ruota attorno)

♥ melodiestonate ♥

Un blog da leggere... .Per chi ha tempo da perdere...♥

Greeneyed Geisha

...altro che kimono e fiori di ciliegio!!

Quaderno Mitico...

Appunti spesso privi di concordanza dei tempi e di coesione linguistica sui rapporti interpersonali in una realtà quotidiana a volte bizzarra altre banale...

Parole a passo d'uomo

Poesie e riflessioni sugli uomini del mio spazio e del mio tempo | di Cristiano Camaur

proficiscorestvivo

A blog about travel and food - If you don't know where you're going, any road will take you there.

Susanna tutta panna hates cheese

Teaching to the world the good mood since 1988.

CAPITOLO 11 [tra il 10 e il 12]

"scrivere è cercare la calma, e qualche volta trovarla. E' tornare a casa. Lo stesso che leggere. Chi scrive e legge realmente, cioè solo per sé, rientra a casa; sta bene." Anna Maria Ortese

BUROGU: Occhi sull`Impero

Riflessioni semiserie di italiani che, per forza o per passione, vivono in Giappone

La Maga di Oz

Un'ex expat che prova a rifarsi una vita in Italia!

On the Widepeak

Le mie cellule impazzite, la mia vita e il mondo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: